Dopo il lockdown crescono i Green Lover italiani

Secondo l’ultima indagine di Nomisma, società di consulenza strategica ed aziendale, dal titolo “The World After Lockdown" sono aumentati i consumatori italiani dall’identità spiccatamente green, i cosiddetti green lover.

Analizzando le abitudini, i consumi e le aspettative relative al “post coronavirus” su un campione di 1000 acquirenti italiani con un’età compresa tra i 18 ed i 65 anni, emerge che nel 2019 i green lovers erano 16 milioni (pari al 32% della popolazione), e oggi, dopo il periodo di lockdown se ne contano 19 milioni (39% della popolazione).

Nel dettaglio nel 2019 12 milioni di connazionali (24% della popolazione) si sono occupati di prendersi cura di terreni, orti e giardini (green-expert) e 14 milioni (27%) di piante e fiori (green-enthusiast). Il fenomeno dei green enthusiasts coinvolge soprattutto le donne con un'età media di 45 anni. La quota di nuovi hobby farmers cresce anche nelle famiglie con redditi mensili superiori a 2.500 euro al mese (10%) e tra chi ha fatto smart working (11%).

Di seguito l’infografica proposta da Nomisma:

Fonte: ansa.it